Stampa

La vittoria di Bonaccini e del PD sono la base un rilancio?

Scritto da Alessandro Del Corno.

Alessandro Del CornoI risultati delle elezioni regionali in Emilia Romagna, alla vigilia, tutt’altro che scontati, hanno visto una netta affermazione del presidente uscente Bonaccini e la vittoria del Pd che in quella regione avanza e si conferma primo partito, con una percentuale più che buona.
La spallata di Salvini, con tanto di citofonate, alla regione simbolo del Centrosinistra, con possibili ripercussioni sul governo, non è riuscita!
Certo, questo non significa che tutti i problemi per il Pd siano risolti, ma la posta in gioco del risultato di ieri, era sicuramente a livello di sopravvivenza identitaria o meno, almeno così, come l’avevamo conosciuta negli ultimi 25 anni.
Stampa

Il Pd torna il primo partito

Scritto da Chiara Braga.

Chiara Braga"In Emilia-Romagna ha vinto il buon governo e la forza di una squadra larga, aperta alle tante energie positive della società, guidata da un presidente straordinario come Stefano Bonaccini. In Calabria, nonostante il grande sforzo fatto, le divisioni del nostro campo ci hanno impedito di battere la destra". Lo afferma Chiara Braga della direzione nazionale del Pd. "Il risultato del Partito Democratico, che torna ad essere primo partito in entrambe le regioni, in Emilia-Romagna dopo le tornate delle politiche e delle europee, è un risultato che ci riempie di orgoglio e di responsabilità. Il PD si conferma pilastro di un campo democratico forte dei propri valori e capace di contrastare e sconfiggere chi come Salvini alimenta solo rancore e paura.
Stampa

Nessuno è imbattibile

Scritto da Edoardo Pivanti.

Edoardo PivantiIntendiamoci, “l’epopea” di Salvini è ancora lungi dal finire, ma il risultato di ieri sera mostra una cosa in maniera netta: che anche Salvini, la “bestia” della politica italiana, può essere sconfitto. Tutti in politica possono essere sconfitti. Tutto ha e avrà una fine. Salvini ha perso non solo a causa di scelte politiche sbagliate (candidata, liste, territorio non certo lui favorevole e via discorrendo), ma perchè ha scelto di personalizzare la campagna elettorale nel modo più becero, enfatizzando tutti i suoi lati negativi diventando la caricatura di se stesso. E questo ha portato allo sdegno da parte dell’elettorato. Lo sdegno per un qualcosa che è oltre il politico.
Stampa

Abbiamo vinto

Scritto da La Repubblica.

Stefano Bonaccini
Articolo di Repubblica.

"La scelta di usare l'Emilia-Romagna per altri fini gli emiliano-romagnoli l'hanno capita: non gradiscono che tu vieni a suonare ai nostri campanelli. Hanno deciso di mettere la campagna su un altro terreno e noi abbiamo vinto anche su quel terreno". Sono queste le prime parole di Stefano Bonaccini, che si conferma governatore dell'Emilia-Romagna dopo aver battuto la leghista Lucia Borgonzoni. Bonaccini entra sulle note di "Un mondo migliore", di Vasco Rossi, e dà a tutti appuntamento per questa sera in Piazza Grande a Modena per festeggiare. "Ci siamo dimenticati di stare in piazza, ce l'hanno detto anche le Sardine, riempiendo le piazze e chiedendo una politica non solo fatta di volgarità e di un invito alla rabbia o al rancore, ma anche più civile e pacata".